Cerca nel sito

Condomini Italia

 

I professionisti della gestione condominiale

Lavora con noi

Home
Contatti
Le nostre sedi
Iscriviti
Lavora con noi
Invia un messaggio
Per i condomini
Richiedi preventivo amministr.
Storie di vita condominiale
Ricorso all'autorità giudiziaria
Assistenza legale
Comunicazione lett. acqua
Comunicazione guasti disserv.
Problemi comuni
Ripartizione spese
Risparmiare sulle spese
Spese proprietario conduttore
Per gli amministratori
Modelli editabili
Compilazione inoltro 770
Tabelle millesimali
Assistenza legale
Capitolati appalto
Computo metrico
Contabilità lavori
Progettaz. Direzione lavori
Regolamento tipo
Condomini e amministratori
Dispersione dell'acqua ***
Amministratore diritti doveri
Vocabolario condominiale
Il condomino pignolo
Sito internet condominio
Conto corrente condominio
Norme del Codice Civile
Maggioranza assemblee
Prezzi interventi manutenz.
Le certificazioni necessarie
Moduli
Partner

La dispersione dell'acqua

Sono 2 gli aspetti della dispersione dell'acqua che l'associazione Condomini Italia può analizzare con l'obiettivo di trovare una soluzione;

Dispersione dei consumi idrici (La differenza tra i consumi addebitati dal gestore idrico e la sommatoria dei contatori posti a discarica su ogni unità immobiliare);

Dispersione sottotraccia e danni da umidità (La presenza di afflorescenze d'acqua o di muffa, umidità sui muri, soffitti, pavimentazioni, solai e altro, la nostra soluzione prevede una indagine termografica, mediante una termocamera digitale).

 

La dispersione nei consumi dell'acqua

In presenza di un'autoclave, la dispersione dell'acqua è uno dei problemi che maggiormente si manifesta al momento della distribuzione delle spese pervenute dal distributore idrico.

 

Il gestore della distribuzione idrica fornisce un contatore a discarica alla fonte della fornitura d'acqua, questo ovviamente segna i consumi della totalità dei condomini. Sull'impianto di fornitura del singolo condomino deve essere installato un contatore che segna i consumi del singolo immobile, effettuata la rilevazione di tutti i singoli contatori, la sommatoria di questi deve coincidere, con la quantità rilevata dal contatore del gestore idrico. In caso di differenza tra i 2 valori, si è in presenza di uno o più fattori di causa della dispersione dell'acqua.

 

I motivi della dispersione:

1) Mancato funzionamento di 1 o più contatori a discarica posti sulla fornitura del singolo condomino, si pensi che le escursioni termiche, possono generare la rottura o la deformazione del cristallo o della camera di misura;

2) Il funzionamento di 1 o più contatori, viene interdetto da qualche condomino furbetto a seguito di manomissioni (A);

3) Fuoriuscita di acqua dalla tubazione che porta la distribuzione dal contatore del gestore idrico alla colonna di fornitura dei singoli immobili. Generalmente tale tubazione si trova sotto traccia, e a meno di un evidente presenza di tracce d'acqua, quest'ultima si riversa nel sottosuolo, causando una mancata manifestazione del problema, si pensi che una fuoriuscita costante, grande quanto il buco di uno spillo, può causare durante un mese una dispersione anche di 300 mc. di acqua.

4) Vi sono altri fattori che causano la dispersione dell'acqua, a tal proposito, Condomini Italia, attraverso la sua esperienza e con l'ausilio di tecnici specializzati, è in grado di individuare e risolvere il problema della dispersione dell'acqua, non a caso la nostra attività in tal senso si propone con l'incarico e con l'obiettivo di risultato.

Su richiesta di intervento o su segnalazione, un nostro team di esperti effettua un primo sopralluogo, a seguito del sopralluogo, viene indicata la fattibilità per la risoluzione del problema della dispersione. Assunto l'incarico, saranno effettuati almeno altri 2 sopralluoghi, seguirà una relazione sulle cause e le soluzioni da adottare, in caso di mancata risoluzione del problema nulla sarà dovuto per l'incarico assunto.

Il costo dell'incarico compresa la relazione, varia dai 400,00 ai 700,00 euro, a seconda della tipologia di impianto installato nel vostro condominio.

Richiedi un sopralluogo (a titolo totalmente gratuito)

 

 

A) Contatori a prova di manomissione - Contatori con autolettura


 

La dispersione sottotraccia e danni da umidità

 

La termografia nell’edilizia

  

L'utilizzo della termografia è stato introdotto nell'Ordinanza 3274/03 (allegato 2) quale "metodo di indagine per poter valutare le proprietà dei materiali costituenti l'organismo strutturale".

Lo strumento che converte l'energia emessa da un corpo (sotto forma di onde elettromagnetiche infrarosse) in un segnale digitale è la termocamera.

La termocamera consente di misurare e rappresentare la radiazione infrarossa emessa da una oggetto e di rappresentarla sotto forma di un'immagine a colori che si ottiene attraverso l'abbinamento di una stringa di colori con una scala di temperature. La radiazione infrarossa è dunque un effetto della temperatura della superficie di un oggetto e la termocamera è in grado di calcolare e visualizzare tale temperatura.

La termografia trova applicazione in vari ambiti e settori.


In ambito edilizio la termografia ad infrarossi riveste e rivestirà sempre maggiore importanza, essendo un metodo che consente analisi qualitative delle seguenti criticità:

 

·      anomalie costruttive;

·      irregolarità termiche e di posa isolamenti degli involucri edilizi;

·      perdita di materiale coibentante e individuazione perdite da condotte;

·      infiltrazioni d'aria esterna;

·      rilevazione della tessitura muraria e dei tamponamenti;

·      rilevazione di strutture e di impianti nascosti, compresi rete idraulica ed elettrica;

·      mappatura di impianti elettrici e termici;

·      mappatura dell'umidità delle superfici;

·      caratterizzazione dei distacchi dei rivestimenti (ad es. dell'intonaco o di affreschi) etc.

 

L'utilizzo della termografia permette notevoli risparmi di tempo e di denaro evitando interventi invasivi e di ispezione diretta, il tutto senza richiedere alcun sondaggio o danno, trattandosi di tecnica non distruttiva.

Di seguito sono illustrate una serie di applicazioni della termografia nel settore edile:

 

 

 

Ricerca della perdita di acqua da una tubazione

 

Ricerca di infiltrazione di acqua in una impermeabilizzazione con una guaina bituminosa

   
   

Infiltrazione di acqua in una pannellatura isolante, provocata da una perdita della gronda attigua

   
   
Individuazione di una infiltrazione di acqua in una soletta all’interno di un appartamento
   
localizzazione delle posizioni delle tubazioni di un riscaldamento a pannelli radianti ed eventuali perdite
   
individuazione ponti termici
   
Individuazione problematiche degli elementi costituenti l’edificio